Home ] Su ] Ambre Balte ] Baltic Amber ]                      

Pajot

Barnes ] Baudelocque ] Bedford ] Busch ] Dewey ] Dubois ] Elliot ] Forcipe Cesareo ] Francese ] Hodge ] Kielland ] Levret ] Milne-Murray ] Naegele ] Neville Barnes ] Overhill - mini ] [ Pajot ] Pieghevole Aesculap ] Rizzoli - Lollini ] Simpson ] Smellie Tiemann ] Tarnier ] Tarsitani ] Enciclopedia Forcipe ]

          


Pajot


for020.jpg (17550 byte)
for020a.jpg (18633 byte)
for020c.jpg (23577 byte)
for020f.jpg (31708 byte)
for020g.jpg (33538 byte)
Raro forcipe disarticolabile  di Pajot  marcato CH. BENOIS; Ŕ una derivazione del forcipe Levret; le valve possono essere staccate ed eventualmente sostituite con altre di misura diversa.

Come per i forcipi "francesi" di questo periodo, anche in questo i manici possono essere usati rispettivamente come perforatore embrionale svitando l'oliva di protezione o come uncino estrattore.

Pajot (1816 -1896 ) ha preceduto Tarnier alla cattedra di Ostetricia dell'UniversitÓ di Parigi: Ŕ noto per i suoi polemici attacchi al forcipe  con trazione di quest'ultimo e per la tecnica ostetrica detta "manovra di Pajot".

 

Antico forcipe di Pajot marcato Mathieu. Questo strumento Ŕ in ferro grezzo brunito e non presenta tracce di cromatura deve essere perci˛ databile attorno al 1860.

 


Ritorno a strumenti ostetrici